Contenuto principale

Le tre articolazioni offerte l’Istituto Tecnico Costruzioni Ambiente e Territorio ”A.D. Bramante” (già Istituto Tecnico per Geometri) di Macerata sono la risposta all’esigenza per la formazione di investire su cultura, ambiente, innovazione tecnologica e, oggi come mai, dopo i purtroppo noti eventi sismici, sul territorio e la sua ricostruzione.

  1. L’articolazione Costruzioni, Ambiente e Territorio rappresenta il tradizionale e consolidato corso che da sempre fornisce una seria e qualificata preparazione specifica nel campo dell'edilizia e delle costruzioni.
  2. Tecnologia del Legno nelle Costruzioni è l’articolazione basata sul rinato interesse nei confronti del legno, materiale tradizionale dei vari settori dell’edilizia, dal recupero, alla sismica, al suo riutilizzo, che offre ottimi risultati anche estetici.
  3. L’articolazione Geotecnico, rispondente alla sensibilità per i temi ambientali, propone una figura di geometra sicuramente innovativa, con una preparazione più specifica nel settore geologico e di gestione del territorio e dell'ambiente.

Tutti e tre le articolazioni, comunque, danno allo studente un’adeguata e trasversale preparazione in vista del proseguimento degli studi in ambito universitario.

Per informazioni più dettagliate e per conoscere il piano di studi selezionare, all'interno della mappa, il riquadro relativo all'articolazione interessata.

Schema Generale Indirizzi ITCAT Bramante Costruzioni, Ambiete e Territorio Tecnologie del Legno nelle Costruzioni Geotecnico

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell'indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio ha competenze:

  • nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell'impiego degli strumenti per il rilievo;
  • nell'uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo,
  • nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell'utilizzo ottimale delle risorse ambientali;
  • grafiche e progettuali in campo edilizio, nell'organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico;
  • nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali;
  • all'amministrazione di immobili.

A conclusione del percorso quinquennale può esercitare la libera professione dopo 2 anni di praticantato; lavorare presso studi professionali di geometra, ingegnere, architetto e/o negli enti pubblici, nelle imprese di costruzioni; fare l'amministratore di condomini e l'estimatore presso le società di assicurazioni.

La scelta di introdurre tale articolazione è motivata dal rinato grande interesse nei confronti di questo materiale tradizionale, nei vari settori dell'edilizia, dal recupero alla sismica, e dal suo riutilizzo con tecniche innovative.

Il Diplomato nell'indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio opzione "Tecnologie del legno nelle costruzioni" ha competenze:

  • nel campo dei materiali utilizzati nelle costruzioni in pietra, legno e con tecniche di bioarchitettura;
  • nell'impiego delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie del legno e dei centri di taglio a controllo numerico impiegati nelle realizzazioni di carpenteria in legno;
  • nell'impiego degli strumenti di rilievo; nell'impiego dei principali software per la progettazione esecutiva e il trasferimento dati ai centri a controllo numerico impiegati nelle realizzazioni delle carpenterie in legno;
  • nella stima di terreni, fabbricati, aree boscate e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, e nello svolgimento di operazioni catastali.

In particolare è in grado di:

  • esprimere capacità grafiche e progettuali con particolare riguardo alle ristrutturazioni delle antiche costruzioni in legno e alle nuove tecniche costruttive dei fabbricati improntati all'uso della pietra, legno, e con tecniche di bioarchitettura
  • collaborare nella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi, con riguardo anche alla produzione di materie prime derivanti dall'utilizzo delle cave di pietra e del legno comprese le principali tecniche di esbosco;
  • intervenire, relativamente ai fabbricati, nei processi di conversione dell'energia e del loro controllo, anche nel settore della produzione di energia elettrica e termica dalle centrali a biomassa alimentate da scarti delle lavorazioni industriali del legno o dalle utilizzazioni boschive;
  • applicare conoscenze della storia dell'architettura in pietra e legno antesignana della bioarchitettura con residui di lavorazione nulli o completamente biodegradabili;
  • gestire la manutenzione ordinaria e l'esercizio di organismi edilizi;
  • organizzare e condurre i cantieri mobili nel rispetto delle normative sulla sicurezza.
  • QUADRO ORARIO

legno

Si tratta del corso tradizionale, che fornisce una seria e affidabile preparazione specifica nel campo dell'edilizia e delle costruzioni, propone una solida cultura legata a competenze di carattere tecnico e lo sviluppo di buone capacità operative soprattutto mediante l'utilizzo di moderne strumentazioni tecniche specifiche.

Il Diplomato nell'indirizzo "Costruzioni, Ambiente e Territorio" ha competenze:

  • nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell'impiego degli strumenti per il rilievo, nell'uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell'utilizzo ottimale delle risorse ambientali;
  • grafiche e progettuali in campo edilizio, nell'organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico;
  • nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali;
  • relative all'amministrazione di immobili.

È in grado di:

  • collaborare, nei contesti produttivi d'interesse, nella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi, operare in autonomia nei casi di modesta entità;
  • intervenire autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell'esercizio di organismi edilizi e nell'organizzazione di cantieri mobili, relativamente ai fabbricati;
  • prevedere, nell'ambito dell'edilizia ecocompatibile, le soluzioni opportune per il risparmio energetico, nel rispetto delle normative sulla tutela dell'ambiente, e redigere la valutazione di impatto ambientale;
  • pianificare ed organizzare le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro;
  • collaborare nella pianificazione delle attività aziendali, relazionare e documentare le attività svolte.

QUADRO ORARIO

ambiente

Tale articolazione presenta una figura di geometra sicuramente innovativa, con una preparazione più specifica nel settore geologico e di gestione del territorio e dell'ambiente. La figura professionale che ne deriva si pone come riferimento tecnico assolutamente nuovo nel campo della prevenzione, cura e gestione del territorio, con riflessi operativi ed occupazionali specifici, motivati sia dalle emergenze ambientali che dall'interesse sempre più ampio per la salvaguardia del territorio, in una prospettiva innovativa e attuale.

Il diplomato nell'articolazione "Geotecnica"

  • ha competenze specifiche nella ricerca e sfruttamento degli idrocarburi, dei minerali di prima e seconda categoria, delle risorse idriche.
  • Interviene, in particolare, nell'assistenza tecnica e nella direzione lavori per le operazioni di coltivazione e perforazione.

In particolare, è in grado di:

  • collaborare nella conduzione e direzione dei cantieri per costruzioni in sotterraneo di opere quali tunnel stradali e ferroviari, viadotti, dighe, fondazioni speciali;
  • intervenire con autonomia nella ricerca e controllo dei parametri fondamentali per la determinazione della pericolosità idrogeologica e geomorfologica, utilizzando tecniche di campionamento, prove in situ dirette, geofisiche ed in laboratorio, anche in contesti relativi alla valutazione di impatto ambientale;
  • eseguire le operazioni di campagna ai fini della caratterizzazione di siti inquinati (minerari e non) e operare nella conduzione delle bonifiche ambientali del suolo e sottosuolo;
  • applicare competenze nell'impiego degli strumenti per rilievi topografici e per la redazione di cartografia tematica;
  • agire in qualità di responsabile dei lavori e della sicurezza nei cantieri minerari, compresi quelli con utilizzo di esplosivi.
  • QUADRO ORARIO

geotecnico